Le lampadine LED rappresentano una soluzione efficace per tagliare i costi in bolletta rispettando l’ambiente. Sempre più diffuse sul mercato e sempre più apprezzate da chi le acquista, le lampade a led sono ormai di uso comune nelle nostre abitazioni. Vediamo in questo articolo cosa si intende per luce led e quanto l’uso delle luci led in casa fa risparmiare rispetto agli altri tipi di lampadine.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Vantaggi e caratteristiche delle lampadine LED

Vantaggi e caratteristiche delle lampadine LED

Vantaggi e caratteristiche delle lampadine LED

Le lampadine LED rappresentano una soluzione efficace per tagliare i costi in bolletta rispettando l’ambiente. Sempre più diffuse sul mercato e sempre più apprezzate da chi le acquista, le lampade a led sono ormai di uso comune nelle nostre abitazioni. Vediamo in questo articolo cosa si intende per luce led e quanto l’uso delle luci led in casa fa risparmiare rispetto agli altri tipi di lampadine.

Lampadine LED: cosa sono

LED è l’acronimo di Light Emitting Diod. Queste lampadine, introdotte negli anni ’60 e commercializzate su vasta scala alla fine del ventesimo secolo con innovazioni nei colori e nelle tonalità, rappresentano il futuro dell’illuminazione. Le lampadine LED usano sorgenti luminose diverse dagli altri tipi di lampadine e sono meno inquinanti. 
Le lampadine a LED costituiscono ad oggi la tecnologia di illuminazione più avanzata sul mercato e hanno scalzato le tradizionali lampade ad incandescenza e quelle a risparmio energetico. Rispetto a quest’ultime durano fino a 12 volte in più, consumando circa l’80% di energia in meno. 
Le lampadine a LED si possono suddividere in fluorescenti compatte o alogene. Le prime hanno efficienza energetica e durata maggiore, le seconde restituiscono una luce più brillante e potente, che le rende adatte agli ambienti domestici. 

Lampadine a LED: quanto consumano?

Quando si opta per le luci led a casa, bisogna tenere conto dei costi. Le lampadine a LED hanno un prezzo unitario maggiore rispetto a quelle tradizionali, ma garantiscono un risparmio in bolletta. Il consumo led varia in un range tra 3 e 10 watt/h. Va però detto che alcuni modelli, tra cui quelli colorati, si fermano perfino a 0,001 kWh. Per 500 ore di luminosità si stima un consumo inferiore della metà di quello di una lampadina a risparmio energetico. In media una lampadina a LED garantisce un risparmio energetico del 95% nel confronto con le colleghe a incandescenza, dell’80% rispetto alle alogene e del 60% rispetto alle lampadine fluorescenti.

Lampadine a LED: vantaggi

I vantaggi garantiti dalle lampadine a LED sono molteplici. Tra questi si annoverano:

  • Longevità: rispetto alle lampadine tradizionali hanno un ciclo di funzionamento che supera le 10.000 ore e arriva, in alcuni casi, fino a 50.000 ore rispetto alle 750 ore delle lampadine a fluorescenza. I LED durano almeno 20 volte in più di una lampada alogena.
  • Bassi consumi: a parità di efficienza luminosa, un LED consuma 10 volte in meno di una sorgente alogena e metà rispetto a una lampada a fluorescenza. Tutto ciò si traduce in un considerevole risparmio in bolletta.
  • Azzeramento dei tempi di avvio: i LED si accendono all’istante appena si preme il pulsante e non hanno bisogno di scaldarsi.
  • Ridotte emissioni di calore.
  • Maggiore resistenza.
  • Minore rischio di rottura.
  • Assenza di emissioni di raggi infrarossi e ultravioletti.
  • Assenza di mercurio.
  • Compatibilità con ogni tipo di attacco.
  • Cambiamento di colore e temperatura senza ricorrere ai filtri.

Le lampadine a LED hanno un ciclo di vita superiore rispetto alle altre in commercio. I costi da sostenere per l’acquisto vengono subito ammortizzati dal risparmio in bolletta, considerando che la spesa per l’illuminazione domestica impatta per circa il 15% sul prezzo totale di ciascuna bolletta dell’energia elettrica

Come scegliere una lampadina a LED

Quando si sceglie di acquistare una lampadina a LED, bisogna considerare tre variabili:

  • tipo,
  • valore del lumen (più è alto e maggiore è la luce prodotta),
  • colore (per una luce naturale è consigliabile scegliere lampadine bianche).

Per fare una scelta consapevole è opportuno controllare efficienza energetica, potenza, durata ed emissione luminosa (in lumen). 
L’etichetta di una lampadina a LED riporta, inoltre, una serie di informazioni. Tra queste si annoverano dimensione del bulbo (lettera E), temperatura, colore e ora d’inizio, ossia il tempo che la lampada impiega per raggiungere il 60% dell’emissione di luce. La tonalità di colore emessa è espressa in gradi Kelvin. Questo valore è utile per capire se la luce emessa è fredda, ovvero bianca, calda (gialla) oppure di tonalità intermedia.

Vantaggi e caratteristiche delle lampadine LED