Con i prezzi di gas ed energia al rialzo, per tante famiglie la rateizzazione delle bollette gas e luce è diventata una necessità. Con “rateizzazione” si fa infatti riferimento alla distribuzione in rate di un pagamento che può arrivare ad essere anche piuttosto esoso. Vediamo allora come richiedere la rateizzazione delle bollette luce e gas, chi ne ha diritto e in quali termini è necessario farlo. 

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Tutto ciò che c’è da sapere sulla rateizzazione delle bollette gas e luce

Tutto ciò che c’è da sapere sulla rateizzazione delle bollette gas e luce

Tutto ciò che c’è da sapere sulla rateizzazione delle bollette gas e luce

Con i prezzi di gas ed energia al rialzo, per tante famiglie la rateizzazione delle bollette gas e luce è diventata una necessità. Con “rateizzazione” si fa infatti riferimento alla distribuzione in rate di un pagamento che può arrivare ad essere anche piuttosto esoso. Vediamo allora come richiedere la rateizzazione delle bollette luce e gas, chi ne ha diritto e in quali termini è necessario farlo. 

Rateizzazione bollette gas

Se il contratto di fornitura del gas è a maggior tutela, si può chiedere la rateizzazione delle bollette con importi superiori ai 50 euro in diversi casi:  

  • quando la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi ed è superiore al doppio dell'importo più alto fatturato nelle bollette precedenti (se la differenza non è dovuta esclusivamente ad una variazione stagionale); 
  • quando si rompe il contatore e il fornitore chiede il pagamento di consumi effettuati ma non registrati dal contatore; 
  • quando il fornitore non ha rispettato (anche occasionalmente) la periodicità prevista per l'emissione delle bollette; 
  • quando l'utenza è dotata di contatore accessibile e la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi, a causa di una o più mancate letture; 
  • quando il cliente è titolare di bonus gas ed è costituito in mora per il mancato pagamento di una o più bollette

Si applicano le stesse condizioni anche ai clienti serviti nel mercato libero titolari del bonus gas. Per gli altri clienti del mercato libero è il contratto a regolamentare la possibilità di rateizzare la bolletta. 

Si ha tempo per richiedere la rateizzazione per i 30 giorni successivi all’emissione della bolletta o entro 10 giorni dalla sua scadenza: in caso di ritardo, si perde il diritto alla rateizzazione. Le rate non sono cumulabili e hanno la stessa periodicità della fatturazione. 

Rateizzazione bollette energia elettrica

Sempre a patto che la fornitura elettrica sia in regime di maggior tutela, si può richiedere la rateizzazione di importi superiori ai 25,82 euro in diversi casi: 

  • quando una bolletta di conguaglio supera del 150% l’importo delle bollette in acconto (o con consumi stimati) ricevute dopo l’ultimo conguaglio; 
  • se le cinque bollette successive all’ultimo conguaglio hanno un importo medio di 20 euro, si può chiedere di pagare a rate il conguaglio solo se supera i 50 euro; 
  • quando il contatore si rompe e il fornitore chiede il pagamento di consumi effettuati ma non registrati dal contatore. 

Anche per la rateizzazione della bolletta dell’energia elettrica è fondamentale effettuare la richiesta nei tempi indicati: entro e non oltre 30 giorni dall’emissione della bolletta o entro 10 giorni dalla sua scadenza. In caso di ritardo, il fornitore potrebbe rifiutare la rateizzazione.

Gli aggiornamenti della Legge di Bilancio 2022

Per venire incontro agli utenti colpiti dai rincari dei prezzi dell’energia, la Legge di Bilancio 2022 ha concesso la rateizzazione delle bollette di luce e gas in 10 rate, a beneficio di utenti domestici e piccole imprese. La rateizzazione è applicabile per tutti coloro che rischiano di non riuscire a pagare le forniture. Possono essere rateizzate le bollette emesse dal 1 gennaio al 30 aprile 2022.  

Ma come funziona? La rateizzazione da delibera prevede la prima rata pari al 50% dell’importo totale della rateizzazione richiesta e fino a 10 rate ulteriori (a condizione che l’importo di ogni singola rata sia almeno di 50 euro). Non vengono applicati interessi di mora. È possibile in ogni caso accordare rateizzazioni diverse che siano più favorevoli al cliente. 

Una volta scaduto il termine per il pagamento della bolletta, il fornitore è tenuto a inviare, insieme all’ingiunzione di pagamento, anche l’offerta per rateizzare la somma senza interessi. Un meccanismo valido sia per contratti in regime di maggior tutela, sia per quelli del mercato libero, senza distinzioni.

Tutto ciò che c’è da sapere sulla rateizzazione delle bollette gas e luce