Sono sostenibili, intelligenti e super tecnologiche. Stiamo parlando delle “smart cities”, termine che ci dà la giusta misura di un futuro in cui uomini e ambiente vivono in armonia. Si tratta di città ecosostenibili, all’interno delle quali le innovazioni e la rivoluzione digitale sono vissute nel pieno rispetto del Pianeta e delle esigenze del singolo.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Smart city: l’identikit della città sostenibile

Smart city: l’identikit della città sostenibile

Smart city: l’identikit della città sostenibile

Sono sostenibili, intelligenti e super tecnologiche. Stiamo parlando delle “smart cities”, termine che ci dà la giusta misura di un futuro in cui uomini e ambiente vivono in armonia. Si tratta di città ecosostenibili, all’interno delle quali le innovazioni e la rivoluzione digitale sono vissute nel pieno rispetto del Pianeta e delle esigenze del singolo.

Qual è la struttura delle città intelligenti?

Le smart cities sono degli agglomerati urbani, proprio come li conosciamo oggi, ma in grado di gestire l’intero bacino delle risorse in maniera intelligente. Città del genere, infatti, sono economicamente sostenibili ed energeticamente autonome
Per una smart city la parola d’ordine è connettività unita alla sostenibilità: macchine di ultima generazione a guida autonoma, semafori collegati tra loro e funzionanti in maniera efficiente, accanto a grandi spazi verdi e mobilità ridisegnata su un concetto di salvaguardia dell’ambiente.
Non solo: la grande quantità di dati che circola nelle città intelligenti - grazie alla tecnologia IoT - supporta le amministrazioni a gestire meglio la comunità, dalla sicurezza urbana all’illuminazione pubblica, dalla gestione dei rifiuti ai sistemi di comunicazione. 
Questo è l’identikit delle smart cities alle quali si sta puntando.

Le dimensioni di una smart city

Per essere davvero tale, una città intelligente ed ecosostenibile deve prevedere 6 dimensioni, tutte identificate dal termine “smart”:

  • Smart People; 
  • Smart Governance; 
  • Smart Mobility; 
  • Smart Economy; 
  • Smart Environment; 
  • Smart Living. 

Le persone sono più coinvolte e la politica partecipativa, l’amministrazione è centrata sul bene comune e sull’ambiente, la mobilità tesa al risparmio energetico e a un minore impatto, l’economia persegue l’aumento dell’occupazione e della produttività attraverso l’innovazione tecnologica e digitale, lo sviluppo è più sostenibile e i cittadini godono di una maggiore qualità della vita grazie ai servizi resi dalle amministrazioni.

I vantaggi di una smart city

Il quadro è già chiaro. Una città intelligente, per definizione, porta con sé innumerevoli vantaggi

  • è più efficiente; 
  • è più sicura; 
  • è più sostenibile; 
  • è più connessa; 
  • è più partecipativa e inclusiva; 
  • è meno cara. 

Esempi di smart city nel mondo

Una città che sia smart in tutto e per tutto, in ogni suo più piccolo dettaglio, ancora non esiste. Ci sono però molte realtà virtuose che hanno già dato il via ad un futuro più intelligente. 

  • Amsterdam, ad esempio, ha iniziato questa trasformazione negli anni ’90. La città punta a diminuire le proprie emissioni di CO2 del 75% entro il 2040, grazie allo sviluppo di molti servizi in ambito ambientale.
  • Anche Londra è una delle città più intelligenti in Europa. Il suo obiettivo è quello di integrare al più presto nuove tecnologie, competenze digitali, connettività e Big Data. 
  • Se guardiamo fuori dai confini europei, Singapore si pone senza dubbio tra i luoghi più smart e sostenibili della terra. Al centro del suo piano di trasformazione ci sono i cittadini, che diventano il perno per la realizzazione di realtà sempre più connesse e intelligenti.

E in Italia?

  • Nel nostro Paese un posto speciale lo occupa Milano che ha fatto della mobilità sostenibile un vero e proprio credo. I trasporti pubblici funzionano in maniera efficiente e il carsharing è più capillare che altrove. 
  • A Firenze, invece, va il premio per la città più digitale del nostro Paese. La digital transformation ha qui una grandissima rilevanza e l’amministrazione comunale ha già fatto passi da gigante. 
  • Anche Livorno smart city sta lavorando per organizzare un nuovo assetto, puntando su un processo circolare: monitoraggio dei dati, aggregazione e analisi, e sviluppo di interventi smart.

Ognuna di queste città, a modo suo, si sta impegnando ed è sulla buona strada per rendere reale il sogno della smart city perfetta.

Smart city: l’identikit della città sostenibile