Il Bonus mobili, collegato al Bonus ristrutturazione, consiste in una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici riconosciuta per tutto il 2021. In questo articolo vediamo di cosa si tratta e chi sono i beneficiari e come ottenere la detrazione fiscale.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Come ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Come ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Come ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Il Bonus mobili, collegato al Bonus ristrutturazione, consiste in una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici riconosciuta per tutto il 2021. In questo articolo vediamo di cosa si tratta e chi sono i beneficiari e come ottenere la detrazione fiscale.

Che cos’è il Bonus mobili e grandi elettrodomestici

La legge 30 dicembre 2020 n. 178, detta semplicemente “legge di bilancio 2021, entrata in vigore il 1° gennaio 2021, racchiude una serie di norme in materia di ammortizzatori sociali e agevolazioni fiscali in vari ambiti, tra cui le ristrutturazioni edilizie

Con la legge di Bilancio 2021 è stata prorogata la validità del Bonus mobili per le spese sostenute nel 2021. Si potrà infatti usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga) destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione

A chi spetta il Bonus mobili

Il bonus su elettrodomestici e mobili spetta ai proprietari degli immobili che hanno eseguito lavori di ristrutturazione edilizia certificabile, a partire dal 1° gennaio 2020.

La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, ovvero nel modello 730, e spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio.
Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto al beneficio più volte. L’importo massimo di spesa va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa oggetto di ristrutturazione

Come ottenere il bonus mobili 2021

Una condizione fondamentale per ottenere il bonus mobili è che l’acquisto dei beni avvenga mediante:

  • bonifico bancario o postale
  • carta di debito/credito o bancomat: in questo caso la data di pagamento sarà quella associata al giorno di utilizzo della carta da parte del titolare.

Non è consentito invece pagare con assegni bancari, contanti o altri metodi di pagamento.

Altri vincoli fondamentali per ricevere il rimborso del 50% sono:

  • Per gli acquisti di arredi del 2021 è necessario aver realizzato un intervento di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 1° gennaio 2020. Per gli acquisti del 2020, il cui limite di spesa è di 10.000 euro, l’intervento deve aver avuto inizio non prima del 1° gennaio 2019.
  • La data di avvio dei lavori di ristrutturazione deve necessariamente precedere quella di acquisto dei beni.

Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano effettuate prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

Mobili ed elettrodomestici che beneficiano del Bonus

Gli acquisti per la casa che beneficiano del Bonus sono:

  • Mobili: mobili per la camera da letto, per la cucina, per il salotto (letto, armadio, cassettiera, libreria, scrivania, tavolo, sedie, divano, credenza, comodino, materasso, lampadario). 
  • Elettrodomestici: tutti gli elettrodomestici della cucina (frigo, congelatore, lavatrice, lavasciuga, asciugatrice, lavastoviglie, fornello e piastre elettriche, forno, microonde, radiatore elettrico, condizionatore). Le apparecchiature devono essere provvisti di etichetta energetica, con classe non inferiore alla A+ (alla A, in caso di forni e lavasciuga).

Sono esclusi dal bonus: porte, pavimentazioni, tende, tendaggi e altri complementi di arredo.

Documenti Bonus mobili 2021

Per poter beneficiare del Bonus, bisogna conservare i seguenti documenti:

  • ricevuta del bonifico o estratto conto del pagamento effettuato con carta di credito;
  • fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni acquistati.

Quando si acquistano degli elettrodomestici fruendo del Bonus mobili, occorre inviare all’ENEA tutti i dati relativi a potenza elettrica assorbita e classe energetica.

Come viene ripartita la detrazione del Bonus mobili

La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto, in dieci quote da riscuotere in dieci anni, di pari importo. 
Novità più rilevante del 2021 è che il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione è passato da 10.000 euro a 16.000 euro. Si potranno quindi acquistare mobili e grandi elettrodomestici per un valore fino a 16.000 euro con un rimborso del 50% in 10 anni. 

Come ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici 2021