Ottimizzare i costi dell’energia significa fare una scelta ecosostenibile e risparmiare in bolletta. In questi casi “sapere è potere”: infatti, il primo passo per ridurre i consumi, è capire quanto ci costa ogni elettrodomestico. Ma come effettuare il calcolo del consumo elettrico? Ecco una guida in step su come calcolare il consumo elettrico di ogni elettrodomestico.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Come calcolare il consumo elettrico per ogni elettrodomestico

Come calcolare il consumo elettrico per ogni elettrodomestico

Come calcolare il consumo elettrico per ogni elettrodomestico

Ottimizzare i costi dell’energia significa fare una scelta ecosostenibile e risparmiare in bolletta. In questi casi “sapere è potere”: infatti, il primo passo per ridurre i consumi, è capire quanto ci costa ogni elettrodomestico. Ma come effettuare il calcolo del consumo elettrico? Ecco una guida in step su come calcolare il consumo elettrico di ogni elettrodomestico.

Cosa serve per fare il calcolo consumi elettrici 

Per fare il calcolo dei consumi degli elettrodomestici, bisogna conoscere prima alcune informazioni. Ecco quali sono e come reperirle. 

a. Costo dell’energia per Kilowattora 

Un elemento fondamentale da conoscere per fare il calcolo dell’energia elettrica consumata e il costo di utilizzo di ogni elettrodomestico è il kilowattora.  

Il Kilowattora (kWh) è l’unità di misura utilizzata per conteggiare il costo orario dell’energia elettrica. Ma a quanto corrisponde? La risposta varia a seconda che si tratti di mercato libero o tutelato

  • Se il tuo contratto di energia è con il mercato tutelato, il prezzo dell’energia è variabile, e dovrai quindi consultarlo sul sito dell’ARERA.
  • Per il mercato libero, invece, i prezzi vengono stabiliti dal gestore energetico e accettati dall’utente in fase di scelta dell’offerta luce e di sottoscrizione del contratto. Per capire quanto paghi l’energia all’ora, infatti, puoi consultare il tuo contratto di fornitura energetica o, in alternativa, una bolletta da cui potrai vedere il numero di Kilowattora impiegati e il costo totale. Dividendo il secondo per il primo, avrai una stima del costo che stai sostenendo per ogni Kilowattora. 

b. Consumo energetico degli elettrodomestici 

Per effettuare il calcolo dei consumi degli elettrodomestici, avrai bisogno di conoscere la potenza di ogni dispositivo.  

Questa informazione è normalmente indicata sull'etichetta energetica e sul materiale informativo che accompagna ogni nuovo acquisto elettronico. Se non hai più a disposizione questi materiali, puoi anche cercare marca e modello sul web: per molti elettrodomestici, infatti, è disponibile anche online il relativo libretto di istruzioni.  

Orientativamente, ecco la potenza minima e massima di alcuni dei principali elettrodomestici che si possono trovare in casa:  

  • Lavatrice: da 1850W a 2700W 
  • Lavastoviglie: da 2000 a 2200W 
  • Scaldabagno: da 1000W a 1200W 
  • Ventilatore a soffitto: da 50W a 100W  
  • Climatizzatore: da 700W a 1200W  
  • Frigorifero: da 100W a 300W 
  • Ferro da stiro: da 1000W a 2200W 
  • Forno: da 1800W a 2200W 
  • Forno a microonde: da 700W a 1500W

Calcolo consumo energia elettrica: come fare

Ottenute queste due informazioni, il calcolo dei consumi degli elettrodomestici diventa molto semplice. Ecco come fare.  

  1. Prendi la potenza in Watt del singolo elettrodomestico. 
  2. Moltiplicala per le ore di utilizzo. 
  3. Dividi il risultato per 1000, ottenendo così il dato in kWh del consumo. 
  4. Moltiplicalo per il costo kWh dell’energia della tua fornitura elettrica.

Vediamo un esempio pratico: calcoliamo il consumo di una lavatrice da 2700W.  
Se la potenza in Watt di una lavatrice è di 2700W, moltiplicato per 2 ore di utilizzo equivale a 5400W. Dividendo 5400W per 1000, si ottiene il consumo per kWh, e cioè 5,4.
Questo dato andrà poi moltiplicato il costo di un kWh secondo l’offerta luce sottoscritta con il proprio fornitore di energia elettrica. 

Come calcolare il consumo elettrico per ogni elettrodomestico