La domiciliazione bancaria è l’operazione che permette l’addebito automatico di un pagamento sul conto corrente di un utente che deve effettuare una spesa periodica, come per esempio la rata di un finanziamento o le bollette dell’energia o del telefono. In molti casa, la domiciliazione bancaria di luce e gas è l’opzione migliore per gli utenti quanto per i fornitori, che stanno infatti estendendo questo modello come unica modalità di pagamento per numerose offerte. 
Vediamo come funziona esattamente la domiciliazione bancaria di luce e gas e i motivi per cui conviene attivarla.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Perché attivare la domiciliazione bancaria per luce e gas

Perché attivare la domiciliazione bancaria per luce e gas

Perché attivare la domiciliazione bancaria per luce e gas

La domiciliazione bancaria è l’operazione che permette l’addebito automatico di un pagamento sul conto corrente di un utente che deve effettuare una spesa periodica, come per esempio la rata di un finanziamento o le bollette dell’energia o del telefono. In molti casa, la domiciliazione bancaria di luce e gas è l’opzione migliore per gli utenti quanto per i fornitori, che stanno infatti estendendo questo modello come unica modalità di pagamento per numerose offerte. 
Vediamo come funziona esattamente la domiciliazione bancaria di luce e gas e i motivi per cui conviene attivarla.

Domiciliazione bancaria luce e gas: come funziona?

La domiciliazione bancaria è un servizio associato al conto corrente, su cui diventa possibile addebitare in automatico un pagamento periodico, come per esempio le bollette di energia e gas.  

Attivando la domiciliazione bancaria delle bollette, il correntista autorizza la banca a pagare automaticamente le fatture che vengono emesse dal suo fornitore di luce e gas.  
Scegliendo questa modalità di pagamento, ogni volta che il fornitore emetterà una bolletta, il saldo avverrà in automatico. All’utente viene notificata l’emissione della bolletta e il suo istituto bancario registra la transazione.  

Qualora volesse interrompere i pagamenti automatici, l’utente deve utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal proprio istituto bancario per la revoca della domiciliazione bancaria.

Che cosa serve per attivare la domiciliazione bancaria?

Per attivare la domiciliazione bancaria delle bollette basta essere titolare di un conto corrente (bancario o postale), oppure di un conto corrente online, o ancora di una carta conto dotata di IBAN. Una volta in possesso di uno di questi conti, basta comunicare al fornitore le coordinate IBAN su cui si desidera impostare la domiciliazione. 

Perché conviene attivare la domiciliazione bancaria energia e gas?

La domiciliazione bancaria offre la garanzia di pagamento ai fornitori, ma è particolarmente conveniente anche per i consumatori che sono titolari di un’utenza di luce o gas. Di quali vantaggi possono beneficiare?  

  • Innanzitutto, grazie all’addebito automatico alla base della domiciliazione bancaria delle bollette, l’utente non ha più bisogno di tenere a mente le scadenze dei pagamenti, e annulla quindi il rischio di incorrere in ritardi, pagamento di more o, peggio, di ritrovarsi con la fornitura interrotta per una bolletta non pagata.  
  • Inoltre, alcune delle offerte più convenienti proposte dai fornitori di gas e luce sono disponibili solo per chi sceglie questa modalità di pagamento. 
  • Scegliendo la domiciliazione bancaria si consultano le bollette direttamente online e, di conseguenza, si riducono le emissioni di CO2
  • Infine, l’addebito automatico tramite domiciliazione è gratuito, a differenza di un pagamento con bollettino, che può richiedere a volte anche più di 3 euro, in base alle condizioni del proprio istituto bancario. 

Insomma, scegliere la domiciliazione bancaria conviene su tutti i fronti. 

Perché attivare la domiciliazione bancaria per luce e gas