La soluzione più efficace per combattere il caldo soffocante durante l'estate è munirsi di un climatizzatore. Specialmente se si vive all’interno di un condominio, però, è fondamentale prestare attenzione all’apparecchio che si acquista. In alcuni casi i climatizzatori possono diventare rumorosi e rappresentare una fonte di disturbo per la quiete pubblica. Come comportarsi quando si ha a che fare con un condizionatore rumoroso? A chi bisogna rivolgersi e quali sono le soluzioni migliori per risolvere il problema del condizionatore che fa rumore? Vediamo cause e rimedi e cosa dice la legge sull’uso di questi apparecchi.

ENGIE
scritto da
ENGIE
Redazione
  1. Casa Engie >
  2. Magazine >
  3. Perché il condizionatore fa rumore? Scopriamo cause e rimedi

Perché il condizionatore fa rumore? Scopriamo cause e rimedi

Perché il condizionatore fa rumore? Scopriamo cause e rimedi

La soluzione più efficace per combattere il caldo soffocante durante l'estate è munirsi di un climatizzatore. Specialmente se si vive all’interno di un condominio, però, è fondamentale prestare attenzione all’apparecchio che si acquista. In alcuni casi i climatizzatori possono diventare rumorosi e rappresentare una fonte di disturbo per la quiete pubblica. Come comportarsi quando si ha a che fare con un condizionatore rumoroso? A chi bisogna rivolgersi e quali sono le soluzioni migliori per risolvere il problema del condizionatore che fa rumore? Vediamo cause e rimedi e cosa dice la legge sull’uso di questi apparecchi.

Condizionatore che fa rumore: cosa fare? 

Innanzitutto è importante sapere che, per avere sempre un climatizzatore funzionante, sono necessari dei controlli di routine.  

La normale manutenzione del condizionatore va effettuata ogni anno, prima della stagione estiva. La sola pulizia dei filtri permette di evitare molti spiacevoli inconvenienti. Se invece si è già arrivati alla situazione in cui il climatizzatore produce rumori fastidiosi si possono innanzitutto effettuare dei controlli in autonomia, prima di fare una chiamata a un tecnico.   

  • Per prima cosa bisogna verificare che il pannello frontale dell’unità interna sia in posizione e, in caso contrario, bisogna regolarlo e fissarlo nuovamente.  
  • In secondo luogo, si deve spegnere il condizionatore, aprirlo e controllare accuratamente che il filtro dell’aria non sia troppo intasato dalla polvere. Infatti una delle cause più comuni per problemi di rumorosità del condizionatore è riconducibile alla mancata pulizia del filtro, che deve essere spazzolato e lavato ogni 15 giorni circa. 

Condizionatore rumoroso: cause più comuni 

Quando il condizionatore fa rumore è impossibile non accorgersene. A volte accade che il climatizzatore faccia rumore da spento, per questo è cruciale riconoscere i differenti “segnali” lanciati dall’apparecchio. 

I tipi di rumore prodotti da un condizionatore possono essere diversi, ma ognuno di essi è associato a una o più cause specifiche che è bene imparare a riconoscere.  

Vediamo caso per caso i rumori più comuni.

1. Condizionatore rumoroso: sibilo costante

Quando il condizionatore emette un rumore simile a un sibilo o a un fischio costante, può significare che si sia verificata un’ostruzione nella zona dell’ingresso dell’aria all’unità interna. Questo rumore è anche tipico dell’inversione del flusso refrigerante all’interno dell’impianto. Infine, un altro caso possibile, è che il filtro sia completamente intasato dalla polvere.  

2. Condizionatore rumoroso: rumore meccanico

Normalmente quando un condizionatore è in funzione produce rumori meccanici e non c’è nulla di cui preoccuparsi. Bisogna però preoccuparsi, e svolgere un check up completo dell’impianto, quando il rumore diventa fastidioso, insistente e cresce d’intensità. Questo tipo di rumore meccanico può derivare dall’eccessiva usura dei cuscinetti della ventola, che deve essere a questo punto sostituita.

3. Condizionatore rumoroso: colpo secco 

Quando il condizionatore fa un rumore simile a un colpo secco, significa che probabilmente una parte all’interno del compressore si è allentata o, addirittura, rotta. 

4. Condizionatore rumoroso: stridio

Quando il condizionatore emette un rumore simile a uno stridio o cigolio, invece, la causa più comune è che il climatizzatore sia rimasto inattivo per un periodo di tempo troppo lungo. È infine anche possibile che il sistema dei condotti si stia rompendo, oppure che la ruota del ventilatore non sia stata inserita correttamente.  

5. Condizionatore rumoroso: tintinnio

La spiegazione più comune per un condizionatore che emette un rumore simile al tintinnio sferragliante è costituita dalla possibilità che ci siano oggetti esterni (come foglie o ramoscelli) che stanno intasando il sistema d’areazione. Un’altra causa molto probabile è che nel corso degli anni la ventola, i bulloni o le viti si siano allentate. 

6. Condizionatore rumoroso: gorgoglio

Così come per il rumore meccanico, in genere è normale udire un gorgoglio provenire dal condizionatore. Può provenire dall’acqua che viene espulsa nello scarico, da una sferzata di vento o dall’accensione e spegnimento dello stesso climatizzatore. Se il gorgoglio si manifesta con intensità e in circostanze diverse da quelle appena descritte, allora può essere sintomo di qualcosa che non va. La prima causa possibile è che la tubazione del gas non risulta riempita appieno, cioè presenta bolle d’aria o impurità nelle tubature che portano a ostacolare il normale flusso del gas all’interno della tubazione, con conseguente gorgoglio.

7. Condizionatore rumoroso: scricchiolio 

È normale che un condizionatore, in fase di regolazione della temperatura, emetta dei suoni che assomigliano a dei ronzii. Tuttavia, quando il rumore è più simile a uno scricchiolio, significa che è avvenuto uno sbalzo troppo elevato di temperatura. Questo può portare alla contrazione ed espansione della scocca e di altre parti della macchina.

Rimedi e suggerimenti per ridurre il rumore del condizionatore

Dopo aver osservato quali sono le cause che possono generare rumori fastidiosi e anomali nei condizionatori, è ora di capire quali sono i consigli da adottare per cercare di ridurre i suoni molesti e quando è necessario contattare un’azienda specializzata

  • Rumore meccanico: quando si sente un rumore meccanico provenire dal condizionatore si deve contattare un tecnico. La sua presenza non solo è necessaria per individuare l’ordine del problema, ma anche per smontare l’apparecchio e procedere con la sostituzione delle componenti difettose. 
     
  • Gorgoglio: anche per il gorgoglio occorre rivolgersi a un professionista, in questo caso un tecnico munito di patentino f-gas poiché le operazioni che riguardano questo tipo di suono spiacevole hanno sempre a che vedere con lo svuotamento, il lavaggio e il ripristino del gas nelle apposite tubazioni che possono essere svolte solo da personale certificato. 
     
  • Scricchiolio: anche in questo caso, è raccomandabile rivolgersi a un tecnico poiché, per sistemare questo tipo di problema, si devono inserire dei piccoli spessori morbidi per fare frizione o del silicone, e solo un professionista è in grado di individuare con precisione le parti più problematiche e agire in maniera mirata. 
     
  • Fischio: diversamente dagli altri casi, al fischio si può provare a trovare un rimedio in autonomia. Per prima cosa è opportuno verificare che la presa d’aria non sia ostruita da nessun oggetto estraneo. Successivamente si potrà procedere con una accurata pulizia dei filtri dell’aria intasati. Per farlo è necessario rimuovere i filtri e pulirli delicatamente con una spugna o con una spazzola umida. È importante, però, lasciare asciugare i filtri alla perfezione prima di riposizionarli; questo perché l’acqua stagnante potrebbe essere molto pericolosa.

Interventi necessari per evitare di avere un condizionatore rumoroso

Ci sono alcuni interventi che devono essere effettuati frequentemente per evitare di ritrovarsi con un condizionatore rumoroso da dover sistemare.  

Questi interventi sono: 

  • Riparazione del pannello di controllo, se rotto 
  • Manutenzione, pulizia e riparazione del motore 
  • Risoluzione dei problemi di tipo elettrico 
  • Pulizia dei filtri e pulizia interna 
  • Controllo della batteria 
  • Verifica e ricarica del gas refrigerante 
  • Manutenzione del compressore 
  • Trattamento antiossidante dei morsetti 
  • Trattamenti per l’igienizzazione 
  • Controllo e assistenza della pressione dell’impianto. 

In ogni caso, per eliminare i rumori fastidiosi da un condizionatore è bene non fare da sé bensì affidarsi all’intervento esperto di professionisti e tecnici specializzati, che eseguiranno una serie di controlli sul climatizzatore per verificare le cause che scatenano i vari problemi e trovare così la giusta soluzione.

Condizionatore rumoroso: cosa dice la legge?

La legge vieta tutti i rumori che superano la normale tollerabilità: un concetto che non è mai stato totalmente definito dal legislatore e che quindi è molto variabile.  

In generale, i rumori emessi dal condizionatore non devono superare: 

  • la soglia di 3 decibel durante le ore notturne 
  • la soglia di 5 decibel se si tratta di ore diurne.  

Tutto ciò rispetto ai rumori di fondo: un paragone che rende tutto molto più complicato se si pensa che un fruscio di foglie in piena notte corrisponde a 20-25 decibel e una strada trafficata di giorno corrisponde a circa 60 decibel.  

Ne consegue che i rumori emessi di notte dal condizionatore diventano molto fastidiosi sopra ai 50 decibel e insopportabili sopra i 70-80 decibel. 

La tutela contro tali rumori si può discutere in sede civile, in sede amministrativa e perfino in sede penale. Questo, tuttavia, non significa che non si possono generare rumori, bensì che si devono rispettare i limiti imposti. Se il rumore emesso dal condizionatore dovesse diventare eccessivo, chi emette una denuncia può ottenere anche un risarcimento dei danni.

Devi sostituire il tuo vecchio climatizzatore?

Perché il condizionatore fa rumore? Scopriamo cause e rimedi