Alleati tra le mura domestiche, nemici dei costi in bolletta. Gli elettrodomestici sono indispensabili nella vita di tutti i giorni: ci aiutano a governare la casa e abbattono i tempi per compiere ogni tipo di operazione. A volte, però, il loro prezzo di mercato risulta fuori dal budget che si intende stanziare, rendendoli inaccessibili. Una soluzione per ovviare a questa difficoltà è rappresentata dai cosiddetti elettrodomestici rigenerati. Vediamo cosa si intende per rigenerare elettrodomestici, cosa bisogna sapere su questa pratica e a cosa stare attenti.

Innovare 21 01 2021

Elettrodomestici rigenerati: cosa devi sapere prima dell'acquisto

Elettrodomestici rigenerati

Alleati tra le mura domestiche, nemici dei costi in bolletta. Gli elettrodomestici sono indispensabili nella vita di tutti i giorni: ci aiutano a governare la casa e abbattono i tempi per compiere ogni tipo di operazione. A volte, però, il loro prezzo di mercato risulta fuori dal budget che si intende stanziare, rendendoli inaccessibili. Una soluzione per ovviare a questa difficoltà è rappresentata dai cosiddetti elettrodomestici rigenerati. Vediamo cosa si intende per rigenerare elettrodomestici, cosa bisogna sapere su questa pratica e a cosa stare attenti.

Cosa significa rigenerare gli elettrodomestici

Sono detti rigenerati (o ricondizionati) i prodotti tecnologici usati che vengono riparati e rimessi in vendita perfettamente funzionanti ad un prezzo scontato.

Rigenerare elettrodomestici significa regalare una nuova vita a questi apparecchi. Rendere riutilizzabile un prodotto equivale a:

  • abbattere il costo d’acquisto,
  • produrre meno rifiuti,
  • ridurre l’inquinamento e salvaguardare l’ambiente.

Gli elettrodomestici, classificati come Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE), sono altamente inquinanti una volta esaurito il loro ciclo di vita. Oltre a riparare un elettrodomestico rotto o comprarne uno nuovo, esiste questa terza soluzione. La rigenerazione degli elettrodomestici riguarda diversi apparecchi: forni, frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie. Senza contare anche i prodotti tecnologici come smartphone, pc e tablet.

Elettrodomestici rigenerati: vantaggi

Perché conviene acquistare elettrodomestici rigenerati?

  • Il primo e più immediato vantaggio è sicuramente costituito dal risparmio economico. Questa soluzione permette infatti di risparmiare in media tra il 30% e il 50% rispetto a quanto si spende per un prodotto nuovo.
  • Inoltre è prevista la garanzia proprio come per gli apparecchi nuovi di zecca, con durata solitamente limitata ad un anno.
  • L’assistenza, infine, è di durata direttamente proporzionale alla garanzia. 

Ecco allora che rigenerare elettrodomestici si propone come un modus operandi interessante per chi vuole arredare una seconda casa senza spendere troppo o per chi vive in affitto per un arco temporale limitato. 

Elettrodomestici rigenerati: svantaggi

Come sempre non è tutto oro ciò che luccica.

  • Un elettrodomestico rigenerato, ad esempio, non sarà mai un modello di ultima generazione.
  • Pertanto anche le sue prestazioni saranno meno efficienti rispetto a quelle dei colleghi meno “datati”.
  • Un altro svantaggio è rappresentato dalla difficoltà che si incontra nel trovare pezzi di ricambio in caso di guasti.

Elettrodomestici rigenerati: a cosa bisogna fare attenzione?

Passati al setaccio pro e contro degli elettrodomestici rigenerati, vediamo a cosa prestare attenzione prima di procedere all’acquisto.

Questo tipo di mercato è in crescita ed è possibile trovare in vendita diversi elettrodomestici rigenerati di buona qualità. Per questo motivo è sempre consigliabile non farsi ingannare da prezzi eccessivamente bassi, fatti magari da un rivenditore improvvisato. Acquistando in un negozio, magari in un punto vendita specializzato in elettrodomestici rigenerati, si ha invece sempre diritto ad una garanzia di almeno 12 mesi.