Autolettura Gas

Autolettura Gas

Cos’è l’autolettura gas?

Per individuare il consumo di gas in un determinato periodo si può ricorrere a due differenti tipi di lettura. 

La lettura stimata prende come riferimento i dati di consumo dei mesi precedenti. Solitamente viene effettuata quando il distributore non può procedere alla lettura del contatore oppure in caso di assenza del cliente. 
La lettura effettiva invece consiste nella comunicazione dei dati di consumo reali relativi a quel determinato periodo di fatturazione. 

L’autolettura del gas è la procedura attraverso la quale il cliente comunica alla società fornitrice di luce e gas i dati relativi all’effettivo consumo. È uno strumento molto importante perché permette di avere un quadro sempre puntuale e aggiornato dei propri consumi.

Semplice e veloce, la lettura contatore gas si fa comodamente da casa, nei tempi e nei modi stabiliti dalla società stessa e indicati solitamente in bolletta.

Perché è necessario fare l’autolettura del gas?

L’autolettura del gas permette al cliente di ricevere bollette basate sul reale consumo delle utenze. Senza questi dati, infatti, la società fornitrice calcola l’importo in bolletta sulla base rappresentata dalla stima dei consumi passati.
Il rischio, quindi, è che il cliente si trovi a dover pagare un importo inferiore rispetto a quanto effettivamente consumato. Questo evento comporta l’invio di una successiva fattura di conguaglio da parte del fornitore per colmare la differenza tra consumo reale e stimato. Inoltre, non bisogna trascurare l’importanza dell’autolettura in termini di risparmio e pianificazione. La comunicazione dei dati reali relativi al consumo permette di evitare spiacevoli sorprese in termini di importo da pagare, ma anche di organizzare il proprio budget familiare. Basta infatti un semplice calcolo, anche approssimativo, per sapere in anticipo l’ammontare della bolletta. 

Grazie a questo piccolo accorgimento, è possibile pianificare le spese mensili ma non solo.
Avere sottomano la lettura effettiva consente di verificare le proprie abitudini di consumo, correggendo il tiro in caso di comportamenti errati e di sprechi inutili.

Esiste anche un altro aspetto sul quale riflettere. Gli impianti, per loro natura, sono soggetti a danni e anomalie che possono causare delle perdite silenziose che passano inosservate. L’autolettura può essere un valido strumento per accorgersi in tempo di eventuali guasti. Un consumo eccessivo, senza aver modificato nulla nelle proprie abitudini, è un indicatore veloce e intuitivo che permette al cliente di correre ai ripari prima che la situazione sfugga di mano.
 

Quando è richiesta l’autolettura del gas e ogni quanto va ripetuta?

Per capire quando va effettuata l’autolettura del gas occorre comprendere la differenza tra lettura gas e autolettura. La prima deve essere effettuata dal distributore con scadenze specifiche basate sul consumo annuo e fissate per legge dall'ARERA.

I distributori però hanno incoraggiato sia i fornitori sia i consumatori a servirsi del comodo strumento dell'autolettura, utile soprattutto quando il gestore non può rilevare i dati di consumo.

A volte può capitare che la lettura del contatore non venga accettata sia perché il cliente l’ha comunicata oltre la scadenza indicata in bolletta oppure per incongruenza dei dati. In questo caso saranno fatturati soltanto i consumi stimati che saranno sostituiti dalla lettura effettiva nella fattura successiva.
L'autolettura deve essere effettuata almeno una volta a bimestre.

Come si fa l’autolettura del gas?

Come si legge il contatore del gas? Per rispondere a questa domanda dobbiamo partire dal presupposto che l'autolettura dei nuovi contatori gas è diversa rispetto ai precedenti.

Il numero autolettura gas da prendere in considerazione in un vecchio contatore è la sequenza di cifre poste a sinistra della virgola, escludendo gli zeri iniziali.
Il nuovo contatore gas elettronico invece è dotato di un comodo display integrato che, tra le altre cose, permette al fornitore di controllare la fornitura da remoto, dando in questo modo al cliente una misurazione dei consumi più puntuale e affidabile associata alla possibilità di effettuare la telelettura a distanza.
    
L'autolettura del contatore meccanico è semplice e intuitiva. Tutto quello che dobbiamo fare per capire quali numeri comunicare per autolettura gas è prendere in considerazione le cifre situate a sinistra della virgola (su sfondo nero), escludendo gli zero iniziali.
Per sapere come leggere i nuovi contatori del gas invece occorre effettuare qualche piccolo passaggio in più.

La prima cosa da fare è accendere il display tramite il pulsante posto a fianco del piccolo schermo. Ricordiamo che la modalità di lettura varia in base alla casa produttrice. Una volta acceso il display, è necessario premere il tasto dell’accensione tante volte fino a che non compare il numero che indica il consumo effettivo di gas, un valore facilmente riconoscibile perché espresso in metri cubi. Le cifre da prendere in considerazione sono quelle poste prima della virgola; quelle dopo la virgola corrispondono a frazioni di metro cubo e non devono essere assolutamente comunicate per l’autolettura.

Come si comunica l’autolettura del gas al fornitore?

Comunicare l’autolettura è semplicissimo, basta collegarsi al sito del fornitore o inviare un SMS al numero indicato in bolletta. Alcune società hanno velocizzato questa operazione dando all'utente la possibilità di scaricare un’App dedicata. ENGIE mette a disposizione, all’interno della propria App, un’apposita sezione per comunicare comodamente i dati relativi all’autolettura.

Ricordiamo ancora una volta che il cliente, per rendere effettiva l’autolettura, deve comunicare al fornitore i dati entro la finestra temporale indicata in bolletta. Al di fuori di questo range, infatti, i consumi calcolati in fattura saranno stimati e non reali. In caso di dubbi e perplessità relative a come comunicare l’autolettura gas, è consigliabile contattare il Servizio Clienti della società fornitrice di luce e gas.

Nel caso di ENGIE comunicare l’autolettura è ancora più comodo perché l’app ti invierà una notifica direttamente sul tuo cellulare nella finestra temporale utile ad effettuare la comunicazione. 
Con ENGIE non devi neanche avere il pensiero perché ti ricordiamo noi dell’autolettura!

Passa a ENGIE!

Stanco di pagare troppo per la tua fornitura di luce e gas? Passa a ENGIE, l’azienda che protegge il Pianeta ma anche il tuo portafoglio! La nostra energia è 100% green perché proviene esclusivamente da fonti rinnovabili.

Noi ci impegniamo a offrirti non solo elettricità e gas a un prezzo competitivo per tutta la durata del tuo contratto ma anche una serie di vantaggi esclusivi.

Energia 3.0 Light è l’offerta per te che vuoi una tariffa luce gas capace di adattarsi alle tue esigenze di consumo. Puoi scegliere il prezzo fisso bloccato per 12 o 24 mesi ma anche la comodità della tariffa monoraria o bioraria. I vantaggi non finiscono qui perché ENGIE mette a tua disposizione la comoda App con la quale puoi pagare le tue bollette, gestire la tua fornitura e comunicare l’autolettura mensile dal salotto di casa tua!

Basta un click per entrare nel mondo di ENGIE e approfittare di una serie di servizi all'avanguardia come l’innovativo servizio Domuscheck che ti permette di controllare in ogni momento i tuoi consumi elettrici e di porre fine agli sprechi, migliorando così il livello di efficienza della tua casa.
Vuoi maggiori informazioni? Contatta il nostro Servizio Clienti su Whatsapp per un'assistenza veloce, immediata e totalmente smart.