Allaccio gas

Allaccio gas

Che cosa si intende per allacciamento del gas?

Cosa succede se si entra in una casa dove manca il contatore del gas? In questo caso il nuovo proprietario dell'abitazione dovrà richiedere l'allaccio ovvero dare il via a quel procedimento che gli permetterà di collegare il suo impianto gas domestico alla rete di distribuzione locale.

Il cliente può scegliere se interfacciarsi direttamente con l’azienda di distribuzione oppure avvalersi dell’intermediazione del fornitore gas prescelto che avrà cura non solo di attivare l'intero procedimento ma di seguirne ogni fase.

Il nuovo allaccio gas comporta sempre dei lavori che, nel migliore dei casi, sono semplici e consistono soltanto nell'installazione del nuovo contatore gas e dell’impianto gas a norma. In alcuni casi invece si rendono necessari interventi a carico dei muri interni dell’abitazione o addirittura del vicino manto stradale.

Ricordiamo che il distributore, da non confondere con il fornitore che ha tutto un altro compito, ha la facoltà di rifiutare la richiesta di allaccio nel caso in cui i lavori siano economicamente e strutturalmente impossibili oppure se in quella determinata area non esista una rete locale di distribuzione gas.

Qual è la differenza tra nuovo allaccio e nuova attivazione gas?

Un immobile di nuova costruzione o mai raggiunto dalla rete cittadina del gas ha bisogno di essere collegato alla rete attraverso un nuovo allaccio. Una nuova attivazione, invece, prevede la posa del contatore per la prima volta su un allaccio pre-esistente.

Qual è la procedura da seguire per effettuare l’allaccio del gas?

L’allacciamento del gas si compone di 5 fasi necessarie per l'installazione del contatore gas. Vediamole nel dettaglio.

La richiesta di allaccio

La prima azione da compiere, se si vuole semplificare l’intera procedura, è scegliere il fornitore gas più in linea con le proprie esigenze di consumo.

Una volta effettuata la scelta, il cliente può attivare la procedura di allaccio del gas tramite la società con la quale ha stipulato il contratto. Possono però verificarsi dei casi in cui non si ha la necessità di avviare una fornitura ma soltanto di allacciare il proprio impianto alla rete. In questo caso, è possibile dialogare direttamente con il distributore locale inviando una richiesta di preventivo.

La società di vendita, una volta ricevuta la richiesta, deve:

  • inviare al cliente l’informativa relativa alla procedura di accertamento e di attivazione della fornitura;
  • spedire al cliente la conferma della richiesta di attivazione e l'attestato di corretta esecuzione dell’impianto (entrambi i documenti devono essere compilati e restituiti al mittente);
  • informare il distributore di zona entro e non oltre due giorni lavorativi.

Il sopralluogo per l’installazione del nuovo contatore gas

Il secondo step è rappresentato dal sopralluogo effettuato da un tecnico inviato dal distributore. Il professionista dovrà verificare l’esatto punto dove installare il contatore gas, reperendo tutte le informazioni tecniche necessarie per il completamento dell’operazione. Il contatore, infatti, non può essere installato ovunque ma soltanto nel punto esatto in cui soddisfa tutte le esigenze di sicurezza e conformità. L’appuntamento deve essere concordato direttamente con il cliente.

Il preventivo

Dopo aver effettuato la richiesta e il sopralluogo, il distributore deve inviare al cliente un preventivo della validità di tre mesi. Per essere considerato valido il documento deve contenere una serie di elementi molto importanti come il codice di rintracciabilità seguito dalla data in cui è stata ricevuta la richiesta di allaccio. Nella proposta devono essere evidenziati chiaramente il giorno a decorrere dal quale acquista validità il preventivo, i costi e i tempi necessari per effettuare il lavoro.

Ricordiamo che il distributore ha la facoltà di rifiutare la richiesta. In questo caso però è tenuto a fornire una spiegazione dettagliata del suo diniego. Il preventivo è rilasciato entro 15 giorni dalla richiesta, 30 se i lavori previsti sono più complessi del normale. Il documento viene considerato accettato quando il cliente versa il contributo iniziale per l'accettazione.

I lavori per l’installazione del contatore

Una volta accolto il preventivo, il distributore invia il tecnico che dovrà provvedere all'installazione della staffa del contatore gas elettronico; al termine di questo lavoro, rilascia il codice PDR. Questa sequenza numerica è fondamentale perché permette di identificare in maniera univoca la propria fornitura.

A questo punto, prima di procedere all’allaccio vero e proprio, sarà necessario effettuare le verifiche finalizzate al rispetto della Delibera 40/2014/R/gas.

In caso esito positivo e quindi di conformità dell’impianto, si potrà procedere con i lavori di installazione.

Il collaudo o verifica di tenuta è un altro step molto importante che deve essere effettuato sia su un nuovo impianto interno sia nel caso di rifacimento totale dell’impianto del gas, prima di metterlo in servizio. Il tecnico infatti deve provare la tenuta dell’impianto e il raccordo gas per scongiurare possibili perdite di gas. Al termine di questo passaggio, viene rilasciato al cliente un certificato che attesta la funzionalità dell’intero impianto.

L'ultimo passaggio della procedura è costituito dal tecnico inviato dal distributore che dovrà allacciare fisicamente il contatore all’impianto del gas, dopo aver constatato la presenza degli apparecchi utilizzatori che possono essere, ad esempio, la caldaia o i fornelli.

Quali documenti occorrono per effettuare un allaccio gas?

  • nome, cognome e codice fiscale dell'intestatario,
  • indirizzo dell’utenza per la quale è richiesto l’allaccio e necessario all’invio delle documentazioni,
  • recapito telefonico,
  • copia della dichiarazione sostitutiva dell'Atto di Notorietà,
  • copia di un documento di identità in corso di validità,
  • indicazione dell'utilizzo del gas: cottura più riscaldamento con o senza produzione di acqua calda oppure cottura + acqua calda.

Quanti giorni ci vogliono per allacciare gas?

I tempi dell'allaccio gas sono:

  • entro 10 giorni lavorativi che decorrono dalla data di ricevimento dell'accettazione
  • entro 60 giorni lavorativi in caso di lavoro strutturalmente più complessi I tempi necessari per l’attivazione dipendono anche dalle verifiche della documentazione inviata. In caso di incongruenze o anomalie, il distributore è tenuto a bloccare i lavori fino al risanamento delle stesse.

Quanto costa l’allacciamento del gas?

Il costo dell'allaccio gas può variare in base alla complessità dei lavori da effettuare. In linea di massima si va da un minimo di 200 euro a un massimo di 1500 euro. A questa somma va aggiunto anche il costo relativo all’accertamento che l’impianto sia stato eseguito a norma di legge. In questo caso si va da 47 euro previsti per la portata termica complessiva minore o uguale a 35 kW fino a 70 euro per portata termica complessiva maggiore di 350 kW. I costi servono a coprire le attività e le spese delle società di distribuzione e possono dunque essere diversi in comuni diversi o anche nello stesso comune se è diversa la società di distribuzione.

Come posso richiedere il preventivo?

Per richiedere il servizio contattaci al numero verde 800 422 422 e tieni a portata di mano documenti e informazioni come i tuoi dati anagrafici, l'indirizzo dell'immobile e un numero di telefono. Prenderemo immediatamente in carico la tua richiesta e concorderemo un appuntamento con un tecnico del Distributore locale direttamente a casa tua per eseguire un sopralluogo e definire un preventivo di spesa, che riceverai al tuo indirizzo di residenza. Solo una volta accettato il preventivo, secondo le condizioni previste dal distributore, si avvierà l’allaccio.

Cosa devo fare per finalizzare le operazioni di fornitura del gas?

Quando i lavori di allaccio saranno ultimati, contattaci per procedere all'attivazione del tuo contatore gas.

ENGIE: la convenienza di una scelta semplice

Quali sono i motivi per cui 1 milione di persone ha scelto e continua a scegliere ENGIE? Te li spieghiamo subito! Da noi non solo troverai prezzi della materia prima tra i più convenienti del libero mercato ma potrai usufruire di una serie di servizi gratuiti che ti aiuteranno a pianificare la tua spesa mensile e potrai gestire in ogni momento la tua fornitura comodamente da casa grazie alla nostra App, disponibile per Android e su iOS.

Hai bisogno di comunicare con noi? Puoi dire addio alle estenuanti attese al telefono. Da oggi puoi dialogare tramite WhatsApp con un nostro incaricato che ti aiuterà a risolvere qualsiasi problema. Niente male vero?